Blog

1 January 2007
By Dionisio Capuano in Blow Up #104 (Italy), January 1, 2007

Text

“Il suono dell’incontro tra Robert Johnson e Georges Braque.”

L’armamentario di chitarre e percussioni (quest’ultime adoperate da Daniel Heïkalo) è funzionale ad esaltare i vari moods che ispirano l’articolata fantasia improvvisativa del duo. C’è, invero, un tono ubiquitario di percussività e si ha l’impressione di assistere ad una olistica tessitura di trame irregolari, - ora con la consistenza del filo metallico ora quasi seriche (Moment intense de répit coloré ed Elegy, che chiude restituendoci l’aria). Ma tutte le undici tracce rivendicano la loro unicità. Dialogo ispanico-cubista (La solution de l’énigme), confronto plastico corde-percussioni (Cobra Skin Necktie), brillante secchezza con attenzione alle risonanze armoniche (Lonnie Johnson), percussività e sfregamenti teatrali da momenti clou del teatro giapponese (Tunc) o da gamelan balinese (Picottements métalliques), disarticolazioni blues (Décoction bluesée). Piacciono la frenesia scabra tenuta al guinzaglio e l’apparenza d’estemporaneità che si ricompone in immagine dall’avviluppante irregolare geometria. Il suono dell’incontro tra Robert Johnson e Georges Braque.

blogue@press-3205 press@3205